Gennaio – Marzo 2020

Ho deciso quest’anno che Good Reads non vale la pena. Mi sarebbe molto piaciuto frequentare un social di libri (anziché social “normali”), ma la verità è che su Good Reads non ho trovato mai suggerimenti interessanti, gruppi attivi o simili. Quindi ho cancellato il mio profilo. Però sento il desiderio di tracciare le mie letture, nonché le cose più belle che guardo, anche se non so bene perché. Forse per esercitarmi a comunicare quello che leggo e che vedo, creare un ponte tra la mente e il mondo esterno, restituire qualche commento, qualche giudizio, qualche consiglio.

Libri

Titolo - Il richiamo della foresta

Autore - Jack London

Anno di pubblicazione - 1904

Commenti - Una doverosa e piacevolissima rilettura, per prepararmi a scrivere "Branco".

Titolo - La Rose

Autore - Louise Erdrich

Editore - Feltrinelli

Anno di pubblicazione - 2016

Commenti - Due famiglie con ascendenze indiane in un territorio della riserva, gli uomini vanno a caccia, spesso insieme. Un giorno, uno di loro uccide per sbaglio il figlio dell'altro. Questo è l'incipit del romanzo, e la storia si snoda tra passato e presente con il "prestito" di un figlio, La Rose, dalla famiglia dell'assassino alla famiglia in lutto. Scritto bene, ma l'avrei apprezzato di più se fosse stato lungo la metà.

Titolo - Avrai i miei occhi

Autore - Nicoletta Vallorani

Editore - Zona42

Anno di pubblicazione - 2020

Commenti - Un romanzo di fantascienza che porta alle estreme conseguenze la condizione femminile, la mancanza di diritti, le disuguaglianze sociali, le divisioni. Complesso a livello stilistico, ha un bel linguaggio, bei temi, bei personaggi. Unica nota negativa, la trama: non è, purtroppo, un libro che ti tenga col fiato sospeso.

Titolo - Le ombre di Morjegrad

Autore - Francesca Cavallero

Editore - Urania / Mondadori

Anno di pubblicazione - 2019

Commenti - Una serie di racconti ambientati nello stesso universo narrativo, a poca distanza di tempo l'uno dall'altro. Un libro di fantascienza scritto con un lirismo moderno interessante dal punto di vista linguistico.

Titolo - Melusina

Autore - Aislinn

Editore - Gainsworth

Anno di pubblicazione - 2019

Commenti - Un urban fantasy molto particolare, che intreccia mostri reali a mostri dell'immaginario fantastico. Più che per la trama, l'ho divorato grazie allo stile dell'autrice, sempre coinvolgente.

Titolo - La città dell'orca

Autore - Sam J. Miller

Editore - Zona42

Anno di pubblicazione - 2019

Commenti - Fantascienza climatica, la definiscono. Ho fatto fatica a entrare in questo universo narrativo e pur avendo apprezzato il romanzo, non l'ho particolarmente amato. Nota positiva: l'idea delle storie che guariscono.

Titolo - Quelli che non si arresero

Autore - Luciano Bergonzini

Editore - Editori riuniti

Anno di pubblicazione - 1971

Commenti - Anche in questo caso volevo approfondire la conoscenza della Brigata partigiana Garibaldi, che operava sulla linea gotica. Questo libro è stato essenziale, anche se talvolta l'ho trovato troppo retorico.

Titolo - La battaglia di Purocielo

Autore - Ferruccio Montevecchi

Editore - Galeati, a cura del "Centro residenziale Ca’ di Malanca, di studi ed iniziative sulla lotta di liberazione in Emilia-Romagna"

Anno di pubblicazione - 1980

Commenti - Ho letto questo libro per capire qualcosa di più sulla vita dei partigiani che combattevano sulla linea gotica, sopra casa mia. Questo libro (un saggio, non un romanzo) mi ha aiutato molto e credo che abbia un grande valore, pur essendo a volte parecchio ingenuo.

Titolo - The dome

Autore - Stephen King

Anno di pubblicazione - 2009

Commenti - Magistrale, come sempre.

Serie TV

Titolo - Undone

Di - Raphael Bob-Waksberg e Kate Purdy

Per - Amazon Prime Video

Anno di uscita - 2019

Commenti - Una serie animata che definirei "thriller esistenzialista". Ha avuto per me lo stesso fascino (o quasi) di "The OA". Tutta la narrazione si gioca sul filo della follia: davvero la protagonista viaggia nel tempo e acquisisce man mano la capacità di modificare il tessuto spazio-temporale, o è semplicemente pazza? Una prima stagione che merita di essere vista, in attesa della seconda.

Titolo - The man in the high castle

Di - Frank Spotnitz

Per - Amazon Studios

Anno di uscita - 2015

Commenti - 4 stagioni, di cui l'ultima conclude la serie. Basata sul romanzo di Philip Dick (tradotto in Italia con "La svastica sul sole"), questa serie ne trae ispirazione ma vi si discosta enormemente, fornendo però spunti molto interessanti e tenendo (quasi) sempre alta la tensione narrativa.

Ai tempi della prima stagione avevo scritto un articolo per INKROCI, "Qualunque sia il prezzo", in cui parlavo di come il regime sia dietro l'angolo, e di come ognuno di noi debba fare i conti con quello che è disposto a perdere. L'articolo è ancora disponibile, qui: LINK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi