#SOLORADIOTRE – 2.1 – Incipit

– Sono così attaccata alla vita reale che non riesco più a scrivere – sbottò Anna chiudendo il portatile di schianto.

Lara fece un salto sulla sedia. – Guarda che non te lo puoi ripagare.

Anna grugnì.

– Beh dai, la tua vita non è così orrenda, pensa a me: Davide si è fidanzato.

Anna distolse l’attenzione dal portatile, che ormai guardava con affetto, e corrugò la fronte nello sforzo di ricordare.

– Ma non aveva detto di sentirsi ‘perso e insicuro’? – chiese congratulandosi mentalmente con la propria memoria.

– Evidentemente ero io che lo facevo sentire così, che ti devo dire.

Anna verso’ due bicchieri e giro’ due sigarette.

– Probabilmente mi pongo nel modo sbagliato – disse Lara ingollando un sorso di bianco. – Dovrei trattenermi, fare i giochetti, quelle cose lì. Non vomitare l’anima addosso alla gente, fosse una bell’anima, poi…

– Certo che è una bell’anima! – protestò Anna. – E poi senti, fingere è stupido, perché mai vorresti attrarre qualcuno che verrebbe respinto dal tuo atteggiamento naturale? È come l’incipit di un libro: non serve ad attirare il lettore, serve a selezionarlo.

Lara la guardò fisso negli occhi.

– Cavolo – disse. – Potresti avere ragione. Agli incipit! – propose sollevando il bicchiere.

– Possano essere numerosi e folli – continuò Anna.

Poi si ubriacarono, si abbracciarono e uscirono con l’accortezza di evitare i tacchi.

Immagine: radio_by_fukari-d59int2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi